La Pesca dell’Orata dalla Barca

orata 1
orata 1

La Pesca dell’Orata dalla Barca

Quando si decide di insidiare l’ Orata la cosa più importante è conoscere le abitudini alimentari e riproduttive della stessa.

Sapere infatti di cosa si ciba il pesce , come si comporta durante l’anno e in base alla deposizione delle uova , e quali sono gli orari in cui normalmente abbiamo maggiore attività saranno sicuramente dati che ci aiuteranno nelle nostre battute di pesca : e per l’Orata vale la stessa regola.

Facciamo dunque una breve panoramica di questo splendido esemplare sogno di tutti gli amici pescatori sportivi .

L’Orata , Sparus aurata , è un pesce osseo di mare e di acque salmastre, appartenente alla famiglia  Sparidae. Il nome deriva dalla caratteristica striscia di color oro che il pesce mostra fra gli occhi.

Ha un apparato dentale dotato di alcuni canini molto appuntiti nella parte anteriore della bocca e

di una serie di placche molari a ridosso inferiormente ai canini che usa per sminuzzare tutto cio’ che

trova sul fondo e che ama mangiare : piccoli molluschi come telline cannolicchi e vongole (ma non

di rado cozze) , ricci , granchi e gamberetti. La si trova in caccia quasi tutto l’anno ma con delle piccole

differenze in seno a profondità , spot e accorgimenti che , se messi nella giusta attenzione , potranno

decretare il successo o meno delle nostre battute di pesca.

Tempi e Tecnica

Personalmente pesco le orate nel solo periodo che va da Aprile a metà Agosto tralasciando quello che

forse è il periodo migliore : nei mesi tra Ottobre e Dicembre infatti l’Orata depone le uova e quindi , vuoi

per il bisogno di cibo dovuto al naturale ciclo riproduttivo (e quindi alla minore attenzione delle stesse

a mettere in atto tutte quelle accortezze che ne fanno una preda diffidente) , vuoi per la presenza in

massa per deporre come dicevamo le uova , la stessa diventa preda molto più facile da insidiare.

Di contro pescare Orate piene di uova a lungo andare avrà l’unico risultato di impoverirne in modo

irrimediabile i nostri mari. Amo pescare questi splendidi esemplari ma amo ancora di più l’idea che

i nipoti dei mie nipoti possano godere delle stesse fantastiche sensazioni che un’Orata di 4 kg o più

all’amo può regalare ai futuri pescatori : PRIMA REGOLA – RISPETTIAMO I NOSTRI MARI – , non sono

una risorsa infinita!!!

Preparazione delle Montature

Lenza per la pesca dell'orata dalla barca

Parliamo ora di come preparo le mie lenze e dell’attrezzatura che uso , nonchè delle tecniche di pesca ,

delle esche utilizzate , degli spot e degli orari preferiti e di tutti quei piccoli accorgimenti che mi hanno

regalato giornate indimenticabili.

Partiamo dall’amo : il terminale delle nostre battute di pesca deve tener conto di diversi fattori . Apparato

dentale , tipo di esca e correnti e fondali che andremo ad attaccare.

Le mie battute si svolgono principalmente in due tipologie differenti , due spot con caratteristiche diverse .

La prima in un fondo sabbioso con prondità tra i 4 e i 5 metri in cui la presenza di scogli è inesistente per

una distanza di almeno 2 miglia marine ; evidentemente l’Orata viene a cibarsi di ciò che trova in corrispon_

denza di cigliate di secche o piccole buche come telline , piccoli cannolicchi , lupini di mare e granchi di

sabbia. In questo caso opterò per un amo di medio-grandi dimensioni e dal filo molto importante .

L’esca varia durante i 5 mesi in cui mi dedico a questa tecnica : dall’Americano al Bibi innescato con l’ago

senza farlo “esplodere” , dal Koreano (si , il koreano!!!) al cannolicchio sgusciato passando per l’arenicola

il cui innesco con ami di questi filo e senza ago presenta qualche difficoltà in più per i meno esperti…

La seconda tipologia di battute sono sempre su fondo sabbioso ma a ridosso di scogliere anche artificiali

o di massicciate rocciose naturali su fondali medio bassi e cioè dai 7 ai 13 metri.

In questo caso oltre al sempre infallibile Americano accompagno granchi di sabbia , strisce di calamaro

spellato e battuto e Arenicola : la sola differenza è l’amo che utilizzo. Opto infatti per un amo dal filo

più fino , dal gambo più lungo e magari a paletta .

L’Attrezzatura

Per quanto riguarda l’attrezzatura uso terminali molto fini della lunghezza di circa 150 cm , fluorocarbon

dal diametro che può variare dal 14 al 20 : sicuramente dedicherò qualche minuto in più per avere ragione

di prede di dimensioni maggiori ma eviterò che le placche taglino la mia lenza . Un terminale di diametro

maggiore correrà sicuramente il rischio (per non dire certezza) di essere tranciato dalle potenti placche

molari degli esemplari più grandi.

Come mulinelli ottime le taglie dai 4000 ai 6000 con in bobina fili tra il 20 e il 25 di diametro : attenzione

alla regolazione della frizione che deve rispettare un terminale di piccolo diametro.

Come canne uso attezzature da bolentino tecnico di misura variabile tra i tre e i quattro metri montando

vette in carbonio e le più morbide in dotazione per assecondare le fughe e le testate poderose dei pesci

più importanti. Personalmente la mia canna tipo è una vecchia compagna di mille avventure credo ormai

fuori produzione , la Trabucco Albacore Hawks da 4 metri , dotata di tre vettini in carbonio .

La piombatura (prediligo piombi scorrevoli) varia dai 30 ai 60 grammi .

Ancoraggio della Barca e Presentazione dell’Esca

Ultimo accorgimento : l’ancoraggio della barca . L’esca si deve presentare ferma sul fondo e libera da

vincoli in balia di eventuali piccoli movimenti di corrente : come a dire nel modo più naturale possibile.

Proprio per questo mi assicuro al fondale con due ancore , una a prua e una a poppa per evitare di arare

il fondo o di avere sbandieramenti troppo accentuati . Ora non vi resta che cercare un punto in cui gettare

le ancore e cimentarsi in una battuta di pesca all’Orata dalla barca individuando orari e giorni migliori con

l’augurio di incontrarvi per mare con un carniere fatto di poche Orate ma di dimensioni ragguardevoli!!!

Marco Romano con le sue prede

Marco Romano Angler

Offerte

Campersun il miglior amico del tuo camperPescaplanet Negozio Vendita Online

Be the first to comment

Leave a Reply